Home page: APPROFONDIMENTI: Ceramol si prende cura della tua pelle

CERAMOL... SI PRENDE CURA DELLA TUA PELLE

CERAMOL... SI PRENDE CURA DELLA TUA PELLE

Prendersi cura della propria pelle è sicuramente importante sia da un punto di vista estetico che per quello che riguarda la salute e il benessere personali. A volte però diventa una questione fondamentale.
Stiamo parlando del caso in cui la nostra pelle inizi a manifestare delle alterazioni come ad esempio prurito, secchezza, chiazze arrossate fino ad arrivare a vere e proprie vescicole o ad un ispessimento della pelle che diventa secca e squamosa.
Sono questi gli aspetti che accomunano le differenti forme di dermatite (DIC-dermatite irritativa da contatto, DAC-dermatite allergica da contatto, DA-dermatite atopica, D. Seborroica, pelle secca).  
Normalmente la pelle svolge il suo importante ruolo di protezione  dei tessuti sottostanti. Con la sua struttura a strati (epidermide, derma e ipoderma) e gli annessi cutanei (ghiandole sebacee, ghiandole sudoripare, peli, etc) è un organo che rappresenta una sorta di barriera che ci difende dalle aggressioni ambientali, meccaniche e da agenti chimici.
La funzione di barriera è affidata soprattutto allo strato corneo, il più esterno, formato sia dalla componente cellulare (corneociti) che dallo spazio esistente tra loro, ricco di lipidi con importantissime funzioni. Sono in prevalenza: ceramidi (legano fra loro i corneociti), colesterolo e acidi grassi liberi che si legano sia ai corneociti degli strati più superficiali sia a quelli più in profondità.

Possiamo paragonare lo strato corneo a un muro di mattoni, in cui le pietre rappresentano i corneociti e il cemento lo spazio tra le cellule ricco di lipidi.

 


Una barriera epidermica attiva e inalterata contrasta la perdita di acqua e la penetrazione delle sostanze nocive.
Quando invece è alterata questo sistema di protezione viene a mancare  per cui la pelle si irrita e infiamma con conseguente aumento del rischio di allergie da contatto e di infezioni.
Ma cosa può alterare questa barriera? Spesso anche manovre quotidiane come lavaggi ripetuti ed effettuati con prodotti troppo aggressivi o il fatto di lavorare in ambiti professionali a rischio (imprese di pulizia, chimici, sanitari, ecc.) causano danni alla nostra pelle. L'età è un altro fattore di cui tener conto, poiché la produzione di sebo varia dal lattante all'anziano e così lo spessore della pelle, e infine la predisposizione genetica.
Primo passo per mantenere la nostra barriera cutanea efficiente è effettuare una detersione ottimale e mantenere un buona idratazione tramite l'applicazione di creme appositamente formulate.
Nel caso in cui, invece, ci si trovasse già a dover affrontare una dermatite (DA, DIC, DAC..) allora è necessario per prima cosa risolvere l'infiammazione con l'impiego più breve dei cortisonici, utilizzando lenitivi senza allergeni e successivamente ripristinare la barriera cutanea.
Una linea dermatologica completa, nata e studiata in Italia, che può davvero fare la differenza in caso di dermatite è Ceramol.www.ceramol.it
Ciò che accomuna i prodotti della linea è il concetto che “senza” è meglio e cioè che meno ingredienti ci sono più un prodotto è facilmente tollerato per cui sono tutti testati per nichel, cobalto, glutine, cromo e nessuno contiene: coloranti, profumo, conservanti, alcol, antiox, emulsionanti etossilati e tensioattivi lauril solfati(nei detergenti).
Altra caratteristica fondamentale è la composizione. Detergenti e creme contengono proprio i 3 costituenti del “cemento” presente tra i corneociti: ceramidi, colesterolo e acidi grassi che applicati costantemente permettono la vera e propria ricostruzione della barriera.
A differenza delle normali creme emollienti, la cui protezione risulta facilmente asportabile da detergenti o agenti meccanici, i prodotti della linea Ceramol, agiscono penetrando attraverso la pelle e riparando in modo attivo i lipidi presenti negli strati superficiali dell’epidermide.
Il risultato è una pelle che pian piano riprende la sua naturale funzionalità per un riacquistato benessere personale.